IL PREMIO IAT CELEBRA LA CUCINA ITALIANA: UNA CENA DI GALA CON 16 STELLE MICHELIN

Derflingher e Tarabini esaltano la cucina di lago e montagna.

Di Egidio Magni

La cena di gala che ha concluso la prima giornata della decima edizione del Premio Italia a Tavola si è tenuta al ristorante Da Vittorio, 3 stelle Michelin di Brusaporto (Bg). All’opera alcuni dei migliori cuochi italiani. A fare gli onori di casa, Chicco e Bobo Cerea, con Paolo Rota.

I protagonisti sono stati Silvia Baracchi, Enrico Derflingher e Gianni Tarabini, Riccardo Di Giacinto, Alfio Ghezzi, Filippo La Mantia, Luca Marchini, Rosanna Marziale, Alessandro Negrini, Rocco Pozzulo e Seby Sorbello, Claudio Sadler, Ciccio Sultano, Viviana Varese, alcuni di questi sono i presidenti delle più importanti associazioni di cuochi d’Italia (Euro-Toques con Derflingher, Fic con Rocco Pozzulo, Le Soste con Claudio Sadler e Jre con Luca Marchini. Tra gli ospiti, da segnalare la presenza di Annie Féolde (Enoteca Pichiorri, Firenze) e Umberto Bombana (8 e Mezzo Bombana, Hong Kong), entrambi 3 stelle Michelin.

Si è proceduto alla scoperta di ogni singolo piatto. L’inizio è stato con i piatti dei padroni di casa, Bobo e Chicco Cerea che hanno fatto degustare un Riso Acquerello mantecato con barbabietola leggermente affumicata, nuvola di albume cotto e caviale Calvisius e Glacier 51 arrostito al naturale con caesar salad di asparagi.
Il neo rieletto presidente di Euro-Toques Italia, Enrico Derflingher, coadiuvato dalla stella Michelin Gianni Tarabini de La Preséf di Mantello (So), ha proposto Gnocco di patate di montagna con cuore di Bitto Dop 2015, burro montato, misultin del Lario, scorzette di limone. I missoltini, ovvero gli agoni pescati nel Lario, salati ed essiccati al sole. Piatto di difficile esecuzione e di ragguardevole felice esito.

 

Nella foto i due chef stellati ed il loro piatto.

 

Il cronista Egidio Magni attento osservatore ed assaggiatore interessato

By | 2018-04-16T12:07:33+00:00 13 aprile 2018|News|