FILM E TURISMO, ANCHE LECCO PUÒ DIRE LA SUA

Incontro a Palazzo Falck coordinato da Lecco Film Commission: a tu per tu con casi fortunati di pellicole che hanno reso grandi alcune località.

Avvicinare i turisti al territorio tramite il cinema. C’è un vero e proprio filone accademico dedicato a questo tema, al quale si è dedicato anche Lecco Film Commission, venerdì scorso, nel convegno
tenuto a Palazzo Falck, alla presenza di tanti film maker del territorio. Clou della mattinata è stato l’intervento di Marta Soligo, ricercatrice all’Università di Las Vegas e collaboratrice di Lecco Film Commission, che ha illustrato alcuni esempi fortunati di connessione tra turismo e pellicole. «L’osservatorio del Cineturismo di Ischia ha calcolato che per ogni euro investito per il cinema ne tornano 3.54 al territorio interessato, in indotto turistico». Non è poco, e alcuni titoli di film storici sono lì a dimostrarlo: si pensi ad esempio a «Vacanze Romane», preso dagli americani a vera e propria guida della capitale italiana. Oppure «Notting Hill», che ha rivitalizzato un quartiere di Londra quasi morente, oppure il film di animazione «Rio», sovvenzionato dalle autorità brasiliane affinché mostrasse un’immagine diversa della metropoli carioca. Anche Lecco può fare la sua parte in questo filone, se è vero l’interesse crescente di troupe da India e Cina per gli angoli più belli della nostra provincia.
«Il lavoro di Lecco Film Commission verso il nostro territorio è straordinario in questo senso», sono state le parole del consigliere regionale Mauro Piazza, in apertura di conferenza.
«Lecco si presta a essere scenario di produzioni cinematografiche e fiction, ed è importante investire soprattutto oggi che si coglie una nuova propensione del territorio verso il turismo». L’incontro è stato anche l’occasione per il presidente di Lecco Film Commission Paolo Cagnotto di ricostruire la storia dell’associazione, nata 8 anni fa come «sportello» della Lombardia Film Commission e pian piano cresciuta di importanza, portando anche alcune pellicole importanti ad essere «costruite» a Lecco. Come il film cinese «Love in Milan», che su 5 giorni di riprese in Lombardia ne ha spesi 2 e mezzo sul nostro territorio.

– tratto dal “Giornale di Lecco” del 19 giugno 2017 –

By | 2017-06-20T17:46:20+00:00 19 giugno 2017|Rassegna stampa|