CINETOUR CI PORTA NEI LUOGHI SIMBOLO DEL FILM DI ROBERT ZEMECKIS

Non è passata infatti inosservata la data del 21 ottobre 2015 di due anni fa, un appuntamento che gli appassionati di “Ritorno al futuro” aspettavano da ben 30 anni, da quel lontano 1985 che ha visto Micheal J. Fox e Christopher Lloyd partire per il viaggio più famoso della storia del cinema. E anche se la fatidica data è ormai alle spalle, i fan della pellicola firmata da Robert Zemeckis non devono essere tristi: esiste ancora un modo per vivere un’esperienza “Back to the Future” a 360 gradi.

Allacciare le cinture e partire alla volta di Los Angeles, questa è la soluzione. La prima tappa è senza dubbio il parco a tema Universal Studios Hollywood, che nel proprio backlot ospita la mitica torre dell’orologio, situata nella Corthouse Square. L’edificio è considerato il simbolo del film e qualcuno sarà deluso nel constatare che, nonostante la struttura sia ancora presente, l’orologio è stato rimosso. E’ opportuno precisare, inoltre, che trattandosi di uno studio cinematografico, la costruzione è semplicemente una facciata utilizzata per le riprese esterne, senza spazi per i cosiddetti “interni”.

Torre dell’orologio – Universal Studios Hollywood

 

I visitatori di Universal Studios rimarranno anche incantati alla vista dell’originale Delorean, l’auto utilizzata per l’intera trilogia, che è esposta nel museo situato nel livello inferiore del parco.
E basteranno pochi minuti in automobile per arrivare nel luogo dove si svolge la scatenatissima scena del ballo “Enchantment Under The Sea”, girata nella palestra della Chiesa Metodista che sorge a 6817 Franklin Avenue, Hollywood.
Usciamo ora da Hollywood e spostiamoci ad Est, più precisamente davanti all’entrata della Whittier High School (12417 E. Philadelphia St., Whittier): ci troveremo di fronte alla scuola frequentata da Marty.

Whittier High School – La scuola di Marty

Chi invece è curioso di sapere dove è situata in realtà l’abitazione del protagonista dovrà recarsi nella San Fernando Valley, al 9303 di Roslyndale Avenue.
Due locations che i cineturisti apprezzeranno particolarmente, poi, si trovano a Pasadena, tranquilla ed elegante cittadina situata a Nord-Est di Los Angeles. Stiamo parlando della casa di Doc negli anni Cinquanta, della quale sarà possibile riconoscere la facciata nell’affascinante Gamble House, famosa casa museo iscritta al registro degli Historic Landmarks californiani.

The Gamble House (Pasadena) – Interno Casa Doc Brown

La porta e l’interno dell’abitazione di Doc, invece, si trovano al 1777 di Hillcrest Avenue, sempre a Pasadena.
Terminiamo il nostro tour al 535 di North Victory Boulevard nel quartiere Burbank: sarà infatti un piacere constatare che il Burger King dove lavora Dave McFly non è stato spostato. Il garage di Doc che nella pellicola si vede accanto al fast food è invece stato rimosso, poiché era stato costruito solo in occasione delle riprese. E dato che nella vita reale, purtroppo, le macchine del tempo non sono ancora state inventate, perché non accontentarsi di un viaggio tra le locations?

Burger King – dove lavora Dave McFly

By | 2017-12-22T18:02:18+00:00 22 dicembre 2017|Cineturismo|